la vedeova allegra al Petruzzelli di Bari

la Vedova allegra sarà in scena al Petruzzelli dal 14 al 22 dicembre 2016.

vedova allegra

LA VICENDA
L’ambasciata di Pontevedro a Parigi, rappresentata dal barone Mirko Zeta, non gode di floridezza economica ed è in gran fermento perché sta per arrivare la bella Hanna Glawari, vedova del più facoltoso banchiere pontevedrino. La donna, che vive gaiamente tra le premure di molti farfalloni dell’alta società, potrebbe infatti risposarsi con qualche furbo bellimbusto parigino e perciò portarsi dietro il suo ingente patrimonio, depauperando le non rigogliose casse della Banca Nazionale del Pontevedro.

Viene allora organizzata una festa con il segreto intento di far sposare la vedovella con un pontevedrino e più precisamente un brillante e un po’ scapestrato addetto all’ambasciata: il conte Danilo Danilowitsch, che passa allegramente il suo tempo nei locali notturni. Ma non è certo facile convincere il bel Danilo, che non ha molto interesse per le finanze della patria e ancora meno per il matrimonio, tanto più che in passato ha avuto con la donna una relazione finita male per l’opposizione della sua aristocratica famiglia. Così, quando il giovane arriva alla festa, dopo essersi congedato dal suo locale preferito, “chez Maxim” per ordine dell’ambasciatore, invece di “darsi da fare”, ha con Hanna un battibecco, che altro non è che una schermaglia d’amore.

Nel frattempo, il viveur Camille de Rossillon, che corteggia insistentemente Valencienne, la moglie dell’ambasciatore Zeta, ha scritto sul ventaglio di questa “Ti amo”, provocando in lei la paura di essere compromessa.

Alla festa dell’ambasciata fa seguito il giorno dopo un’altra festa, questa volta nel palazzo parigino della vedova, presenti gli stessi invitati. L’ambasciatore incarica Danilo di trovare chi ha scritto “Ti amo” sul ventaglio di sua moglie. Intanto Rossillon non perde di vista Valencienne e combina con lei un appuntamento nel chiosco del giardino. Ma il caso vuole che proprio nello stesso chiosco l’ambasciatore abbia convocato Danilo per stilare un rapporto segreto e che vi si rechi in gran fretta, preceduto dal fido cancelliere Njegus. Quest’ultimo, resosi conto della situazione e preoccupato dalle insistenze dell’ambasciatore che vuole entrare nel chiosco a tutti i costi, ignorando che dentro c’è la moglie, riesce con gran tempismo a far uscire Valencienne dalla porta posteriore e fare entrare al suo posto Hanna, che si è prestata alla cosa per evitare lo scandalo. E lo scandalo viene evitato, ma la vedova, che ormai è costretta a recitare la parte fino in fondo, deve annunciare il suo fidanzamento con Rosillon. Danilo rimane molto turbato e lascia capire a Hanna, che esulta in cuor suo, che egli è innamorato di lei. Vista la piega che ha preso la situazione, l’ambasciatore cerca di convincere Hanna a rompere il fidanzamento con Rossillon e a dedicarsi a Danilo. E combina un appuntamento fra i due. Hanna, allora, svela a Danilo che cosa è successo effettivamente nel chiosco e gli confessa di non avere mai amato Rossillon.

Intanto, l’ambasciatore che ha scoperto di essere stato raggirato, si dice pronto a divorziare e a sposare la vedova. A questo punto, Hanna mette in atto uno stratagemma, in modo da salvare la situazione. Dichiara che perderà tutta la sua fortuna se contrarrà nuove nozze e allora Danilo si dichiara pronto a sposarla, dato che nessuno potrà più rimproverargli di averlo fatto per motivi di interesse. E allora, la bella vedova, che è già tra le sue braccia, precisa che è vero che perderà tutto il suo patrimonio, ma soltanto perché questo passerà nelle mani del suo nuovo marito, che tuttavia si guarderà bene dal portarlo in Pontevedro, preferendo spenderlo a Parigi dove ha sempre scialacquato i suoi soldi.
Quanto all’ambasciatore, sua moglie Valencienne riesce a convincerlo che non è successo nulla, dato che proprio sul ventaglio, dove Rosillon ha scritto “Ti amo”, lei ha risposto “Io sono una donna onesta”.

Il libretto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *