Card docenti: istruzioni per l’uso

Card docenti: finalmente le istruzioni, passo passo, per effettuare gli acquisti

Con la nota prot. 3563, emessa in data 29 novembre, il MIUR fornisce indicazioni preciso riguardo Carta del Docente – Istruzioni operative per le istituzioni scolastiche statali / Rendicontazione delle somme spese nel periodo 1 settembre 2016-30 novembre 2016.

Riportiamo di seguito, passo passo, le fasi da seguire per effettuare gli acquisti tramite la card del docente

1. Dal 30 novembre p.v., per l’anno scolastico 2016-2017, i docenti avranno a disposizione l’applicazione web “Carta del Docente”, disponibile all’indirizzo web cartadeldocente.istruzione.it, mediante la quale sarà possibile effettuare acquisti presso i soli esercenti ed enti accreditati a vendere i beni e servizi appartenenti ai seguenti ambiti: Formazione e aggiornamento – Libri e testi (anche in formato digitale) – Mostre ed Eventi culturali – Musei – Cinema – Teatro – Spettacoli dal vivo – Hardware e Software

2. L’applicazione funziona nel seguente modo:

il docente, una volta ottenute le credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) e registratosi sull’applicazione web usando le stesse credenziali, è abilitato ad operare attraverso l’applicazione cartadeldocente.istruzione.it.

3. Per acquistare un determinato bene/servizio, il docente deve generare un buono di spesa riferibile alla categoria del bene/servizio che intende acquistare ed avente importo pari al prezzo del bene/servizio stesso.

4. Il buono creato sarà accompagnato da un codice identificativo (QR code, codice a barre e codice alfanumerico) che il docente potrà salvare su un dispositivo o stampare per utilizzarlo online o presentarlo all’esercente.

5. Il docente per effettuare l’acquisto presso l’esercente o ente di formazione scelto, fisico o online, aderente all’iniziativa “carta del docente”, dovrà comunicare all’esercente stesso il codice identificativo, mediante il quale l’esercente validerà il buono del docente.

6. La validazione del buono comporta, da un lato il decremento immediato nel portafoglio del docente del medesimo importo del buono e dall’altro la consegna del bene o l’erogazione del servizio richiesto.

I buoni validati sono poi liquidati agli esercenti o agli enti di formazione dalla società CONSAP spa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *